Oltre 30.000 residenti di Malindi minacciano di fermare il piano di espansione dell’aeroporto

1684
L'aeroporto internazionale di Malindi

Questo Aereoporto si fara’ mai?

Più di 30.000 residenti a Malindi si oppongono all’espansione di Sh5.6 miliardi dell’aeroporto, affermando di non coinvolgere i proprietari dei terreni. Hanno chiesto perché il governo nazionale ha iniziato a rilevare terreni nella zona senza il consenso dei residenti. Hanno dichiarato di aver ottenuto ordini dal tribunale che hanno impedito alla KAA di rilevare la terra, aggiungendo che non permetteranno che continuino i lavori.

“Se è un risarcimento, è necessario concordare il prezzo e dovremmo impegnarci direttamente, non attraverso i mediatori”, ha dichiarato Peter Mungai del Malindi Airport Residents Forum.

Il dirigente ha tenuto riunioni consultive con coloro che occupano la zona destinata allo sviluppo e li ha esortati a cooperare con gli ispettori che sarebbero in loco per contrassegnare i confini.

Ha affermato che il terminal ultramoderno è già completo insieme alla nuova torre che si adatta perfettamente alle moderne attrezzature necessarie.

Allo stesso tempo ha detto che, il parcheggio moderno e la recinzione di sicurezza sono al 95 per cento completi.

“Nel nostro piano principale intendiamo rendere Malindi il miglior aeroporto internazionale, siamo rivolti al mercato europeo soprattutto agli italiani, c’è stata un enorme richiesta sulla necessità di ampliare l’aeroporto”, ha detto.

Una volta completato ha detto che l’aeroporto sarà in grado di ospitare Airbus 319, 737 o 600 che possono decollare da Roma a Malindi senza interruzioni.

Perché l’aeroporto venga ampliato completamente, il direttore ha dichiarato di aver bisogno di 259 ettari e le autorità hanno solo 100,6 ettari, il che significa che c’erano 159 ettari che devono essere ancora acquistati.

Il governo nazionale aveva spedito Sh300 milioni per compensare i proprietari di terreni e gli squat all’interno del sud dell’aeroporto. Questo doveva essere fatto dalla Commissione Nazionale delle Terre entro l’aprile di quest’anno.

Tuttavia, la grande sfida rimane nell’espansione della pista da 1,4 a 2,5 chilometri.

Articolo tradotto da www.star.co.ke