Kenya e Svizzera firmano un patto per tracciare fondi rubati

1558
Man in a putting money in his pocket. Isolated over white; Shutterstock ID 76996033; PO: The Huffington Post; Job: The Huffington Post; Client: The Huffington Post; Other: The Huffington Post

Finalmente il Kenya prende provvedimenti

Il Kenia e la Svizzera hanno firmato ieri un accordo per rintracciare e recuperare i beni rubati e i fondi raccolti in conti svizzeri.

L’accordo è tra l’ufficio del procuratore generale e l’Ufficio federale svizzero. Faciliterà la cooperazione per indagare e perseguire gli individui coinvolti nei crimini economici transfrontalieri tra i due Stati.

Ciò potrebbe portare al recupero di miliardi di scellini presumibilmente nascosti nei conti svizzeri e portare alla prosecuzione degli individui coinvolti. “La firma del MoU va molto a rassicurare i keniani che i giorni dei ladri sono contati. Puoi correre, ma non hai più un nascondiglio “, ha detto AG Githu Mugai durante la firma dell’accordo presso la KICC.

La Svizzera è da lungo tempo il paradiso privilegiato per i fondi e le risorse acquisiti dai corrotti, da funzionari del governo keniani e imprenditori che si occupano di attività illegali.

Parte dei fondi rubati attraverso gli sconfinati Anglo Leasing e gli scandali di Goldenberg erano presumibilmente nascosti nei conti svizzeri.